AVVISO AI NOSTRI CLIENTI

A causa dell'emergenza CoronaVirus, ci sono molte difficoltà a raggiungere tutti i luoghi in Italia, pertanto le spedizioni riprenderanno a partire dal 6 Aprile.

Potete continuare ad inoltrare gli ordini, verranno elaborati in ordine cronologico di arrivo, a partire da tale data.

Albero di Albicocco Reale d'Imola

MNDP308
Disponibilità Immediata
7,50 €
Tasse incluse Consegnato in 24/48 ore

Generalità Albero di Albicocco Reale d'Imola:

L'Albicocco Reale d'Imola ha una fioritura medio tardiva, la maturazione tardiva, il frutto che viene utilizzato per il consumo fresco è di medie dimensioni e forma triangolare,il colore della buccia è giallo e quello della polpa è arancione, di consistenza media, dolce acidula, aromatica, semispicca. Il nocciolo è grosso. Reale d'Imola è interessante per la buona qualità gustativa.

  • Vaso 16cm, Altezza 120/160cm
  • Vaso 22cm, Altezza 150/170cm
Età Della Pianta

Dalla quantità Sconto Risparmi
10 10% Fino a 7,50 €
20 20% Fino a 30,00 €
50 30% Fino a 112,50 €

Vendita Albero di Albicocco Reale d'Imola, disponibile nei seguenti formati:

  • Vaso 16cm, Altezza 120/160cm
  • Vaso 22cm, Altezza 150/170cm

Generalità Albero di Albicocco Reale d'Imola:

L'Albicocca Reale d'Imola è una delle varietà più conosciute, la pianta è di buon vigore con abbondanti produzioni, i frutti hanno forma allungata e sono grossi con buccia gialla a sfumature rossastre, la polpa e giallo chiaro molto dolce e profumata. Matura da metà giugno ai primi di luglio. E' una pianta che si distingue per una produttività non costante; essa si dimostra più abbondante al Nord Italia, mentre è media al centro e al sud. Se la pianta non viene sottoposta a diradamento la produttività va a scalare e dura all'incirca tre settimane. L'Albicocca Reale d'Imola è una varietà di albicocco con frutti molto grossi di forma ovale. Il nocciolo non è aderente ed è a mandorla dolce. Matura in luglio.

Coltivazione e Cura Albero di Albicocco Reale d'Imola:

L'Albero Albicocco può essere coltivato in pianura come in altitudine. Per quanto concerne l’esposizione, è preferibile posizionare la pianta in una zona parzialmente ventilata e priva di umidità; ciò serve alla prevenzione di patologie fungine, avversità alle quali l’albicocco è purtroppo molto soggetto. Non c’è bisogno di dire che anche l’albicocco, come la maggior parte delle piante, da frutto e no, teme molto i ristagni idrici.Per la messa a dimora, che può essere effettuata da ottobre ad aprile, si scavi una buca profonda circa 60 cm e larga 80 cm; in fondo alla buca si è consigliabile mettere 100-150 g di cornunghia (un fertilizzante di origine animale); si riempie poi la buca fino a metà con terra mescolata a terriccio da piantagione ed eventualmente un po’ di letame. A questo punto si può inserire la pianta e riempire la buca con la terra scavata in precedenza. Alla fine si irrighi la zona con circa 20 litri di acqua. Può essere d’aiuto mettere un tutore alla pianta per indirizzarne lo sviluppo. Per quanto riguarda gli interventi di irrigazione, si tenga conto che l’albicocco non è una pianta particolarmente esigente; tenendo in debito conto le eventuali precipitazioni, l’irrigazione deve essere caratterizzata da una certa regolarità; si eviti di abbondare con le quantità di acqua quando siamo vicini al periodo di raccolta. I sistemi di irrigazione più adatti alle piante di albicocco sono l’irrigazione a goccia o a spruzzo.

Irrigazione
Meno Frequente
Esposizione
Soleggiata
Sviluppo Della Pianta
Normale
184 Articoli
Nessuna recensione disponibile

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Product added to wishlist
Product added to compare.