Bulbi di Narciso (5 bulbi)

MNDP782
ATTENZIONE Non Disponibile
4,70 €
Tasse incluse

Generalità Bulbi di Narciso:

I Narcisi appartengono alla famiglia delle Amaryllidaceae, al genere Narcissus. Sono coltivati nelle regioni costiere dell’Europa mediterranea e dell’Africa settentrionale. Anche in alcune zone dell’Asia possiamo trovare facilmente alcune specie di Narcisi, compresi Cina e Giappone. Molteplici sono gli usi che vengono fatti dei loro fiori. Alcune specie hanno al loro interno la narcissina, una sostanza alcaloide che ha proprietà molto tossiche anche in piccole quantità. Molte hanno fiori con intensi profumi, dai quali sono estratte essenze per la creazione di profumi.

  • Confezione contenente 5 bulbi

Vendita Bulbi di Narciso, disponibile nei seguenti formati:

  • Confezione contenente 5 bulbi

Generalità Bulbi di Narciso:

Il Narciso (Narcissus) è un bulbo di origine europea della famiglia delle Amaryllidaceae composto da centinaia di specie diverse. Questo bulbo è molto utilizzato nel giardinaggio per le aiuole, i prati fioriti o comunque i giardini in genere, parimenti è anche estremamente utilizzato in vaso per adornare terrazzi e appartamenti. L'origine del nome non è chiara, vi sono infatti due diverse scuole di pensiero, secondo la prima il nome è di origine greca, proveniente dalla parola narkao, stordisco, in riferimento al gradevole ed inebriante odore che emettono alcuni fiori di questa specie (da cui si ricava anche la parola narcotico); la seconda invece propende per un origine persiana dal nome, che deriverebbe da Nargis. I bulbi del narciso possono essere grandi al massimo 10 cm e producono delle foglie a nastro piuttosto spesse e carnose al centro delle quali si erge un fusto che darà vita ad uno o più fiori caratteristici per la loro forma a trombetta adornata da una corona di petali. Il bulbo del narciso è velenoso, e se incidentalmente ingerito può portare alla morte.

Coltivazione e Cura Bulbi di Narciso:

La maggior parte dei bulbi da fiore cresce bene in posizione sia soleggiata sia semi-ombreggiata. L’importante è che il terreno sia ben drenato: dove l’acqua ristagna i bulbi marciscono. Scartate perciò zone che possono ricevere molta acqua, come il fondo di collinette o sotto lo scolo di grondaie. Successivamente preparare una buca unica (se volete fare un’aiuola) o più buche (se volete piantare i bulbi singolarmente o in gruppetti). Per determinare la profondità d’impianto considerare il calibro o la circonferenza del bulbo: quelli grossi (5 cm o più) sono di solito interrati a 15 cm di profondità; i più piccoli (2,5 cm) a soli 7-10 cm. Sbriciolate il terreno con l’aiuto di un rastrello: arieggiatelo e togliete erbacce e sassolini. Mescolate un po’ di sabbia di fiume per migliorare il drenaggio. Sistemate bene i bulbi nella terra con la punta rivolta verso l’alto. Tra i bulbi più grossi tenere 7-20 cm di distanza; per quelli più piccoli bastano 3-7 cm. (Non preoccupatevi se non riuscite a stabilire qual è l’apice vegetativo del bulbo: anche quelli piantati a testa in giù cresceranno!) .Coprire i bulbi con terriccio e, se il suolo non è già umido, innaffiate generosamente. Sull’aiuola distribuite uno strato alto 5-7 cm di materiale pacciamante come corteccia di conifera: non solo protegge dal freddo, ma impedisce anche che la terra si asciughi. Con questi semplici accorgimenti si avranno i risultati desiderati. 

Nessuna recensione disponibile

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Product added to wishlist
Product added to compare.