Bulbi di Zafferano (10 bulbi)

MNDP782
ATTENZIONE Non Disponibile
4,70 €
Tasse incluse

Generalità Bulbi di Zafferano:

Lo zafferano è conosciuto da sempre come una spezia pregiata: era usato a Roma, nelle Domus più ricche dove si sorseggiava vino mescolato a stigmi della pianta. Per comprendere l’antico valore di questa spezia, basterà pensare che un’immagine delle “Raccoglitrici di zafferano” è stata rinvenuta tra le rovine del palazzo di Akotiri, nell’isola di Thera. La raffigurazione risale al 1500 a.C.

  • Confezione contenente 10 bulbi

Vendita Bulbi di Zafferano, disponibile nei seguenti formati:

  • Confezione contenente 10 bulbi

Generalità Bulbi di Zafferano:

La pianta appartiene al genere Crocus che ha 80 specie circa. Quando è adulta è formata da un bulbo-tubero che ha un diametro di 5 cm circa che contiene 20 gemme indifferenziate da cui hanno origine gli organi. Solo 3 sono le gemme da cui si originano i fiori e le foglie; le altre, che sono più piccole, producono soltanto bulbi secondari. Nello sviluppo dalle gemme del bulbo partono i getti, uno per gemma: quindi da ogni bulbo possono spuntare 2 o 3 getti che escono dalla terra avvolti in una cuticola dura e bianca che li protegge e che consente alla pianta di forare la crosta superficiale del terreno. Il getto contiene foglie e fiori quasi del tutto sviluppati e, quando esce dalla terra, si apre e permette alle foglie di potersi allungare e al fiore di sbocciare completamente.Il fiore è formato da sei petali violetti. Dall'ovario, situato sulla base del bulbo, ha origine uno stilo lungo e giallo che raggiunge il fiore alla base, dove si divide in tre stimmi piuttosto lunghi di un rosso molto intenso. Le foglie sono strette e allungate: raggiungono in genere i 30/35 cm, ma in larghezza non superano i 5 mm.

Coltivazione e Cura Bulbi di Zafferano:

La maggior parte dei bulbi da fiore cresce bene in posizione sia soleggiata sia semi-ombreggiata. L’importante è che il terreno sia ben drenato: dove l’acqua ristagna i bulbi marciscono. Scartate perciò zone che possono ricevere molta acqua, come il fondo di collinette o sotto lo scolo di grondaie. Successivamente preparare una buca unica (se volete fare un’aiuola) o più buche (se volete piantare i bulbi singolarmente o in gruppetti). Per determinare la profondità d’impianto considerare il calibro o la circonferenza del bulbo: quelli grossi (5 cm o più) sono di solito interrati a 15 cm di profondità; i più piccoli (2,5 cm) a soli 7-10 cm. Sbriciolate il terreno con l’aiuto di un rastrello: arieggiatelo e togliete erbacce e sassolini. Mescolate un po’ di sabbia di fiume per migliorare il drenaggio. Sistemate bene i bulbi nella terra con la punta rivolta verso l’alto. Tra i bulbi più grossi tenere 7-20 cm di distanza; per quelli più piccoli bastano 3-7 cm. (Non preoccupatevi se non riuscite a stabilire qual è l’apice vegetativo del bulbo: anche quelli piantati a testa in giù cresceranno!) .Coprire i bulbi con terriccio e, se il suolo non è già umido, innaffiate generosamente. Sull’aiuola distribuite uno strato alto 5-7 cm di materiale pacciamante come corteccia di conifera: non solo protegge dal freddo, ma impedisce anche che la terra si asciughi. Con questi semplici accorgimenti si avranno i risultati desiderati. 

Nessuna recensione disponibile

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Product added to wishlist
Product added to compare.